Roma, 11/06/2020 – “Capiamo e ovviamente apprezziamo la riprogrammazione degli eventi con questo anticipo, cosa che permetterà ai consumatori di organizzarsi per godersi uno spettacolo per tempo – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – capiamo meno, invece, come si facciano a riprogrammare due grandi eventi nella stessa data, ponendo gli utenti che hanno acquistato un biglietto per eventi diversi in una sorta di bivio. Parliamo, nello specifico, del concerto di Vasco Rossi a Roma, riprogrammato per il 26 giugno ed il concerto-evento Una, nessuna, Centomila previsto a Campovolo nella stessa data. Quest’ultimo è, per altro, più che un concerto, un grande evento per raccogliere fondi per i centri anti violenza, una tematica molto importante e che ci vede anche protagonisti come associazione di promozione sociale – continua Nesci – in questo modo gli utenti che hanno acquistato entrambi i biglietti, si vedranno costretti a scegliere e se dovessero scegliere per comodità o per altri motivi il concerto di Vasco Rossi, potrebbero chiedere il rimborso per il concerto-evento Una, Nessuna, Centomila, a discapito di una raccolta fondi per una tematica alla quale teniamo molto. Chiediamo che venga ripensata, nella tutela dei consumatori che ovviamente non devono rimetterci neanche un euro, la programmazione di questi eventi – conclude Nesci – per permettere agli utenti in possesso di entrambi i biglietti di non dover scegliere tra i due eventi. Capiamo il momento difficile per il settore e non è certo nostra intenzione creare ulteriori problemi, chiediamo però che nessuno ci debba rimettere, soprattutto quando c’è un così grande impegno contro la violenza sulle donne”.