Denis Nesci.it
  • Corrente 2,98793103448276/5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Voti: 580 | Media: 2,99 | Letto: 615
      Indietro   Stampa   Stampa PDF

22/12/2015 - PRIMOPIANO » ATTUALITĄ

Archivio Invia

ANTITRUST INTERVIENE : SOSPENSIONE DI DUE SITI E-COMMERCE

Img

E-commerce:  il nuovo modo di fare acquisti, ma non sempre è il modo più sicuro.  Ai consumatori di tutte le generazioni amanti degli acquisti effettuati comodamente attraverso pochi click, seduti davanti  lo schermo di un pc diciamo : “aprite gli occhi! Sempre, ogni qualvolta decidiate di fare acquisti online!”

 Il consiglio che potremmo darvi è quello di scegliere siti web affidabili e di assicurarvi, prima di ogni acquisto, di avere informazioni sulla provenienza dei prodotti e  almeno un indirizzo o un numero di telefono di riferimento nel caso in cui si dovesse verificare la necessità di contattare il venditore. Ma a volte tutto questo non basta e ci si imbatte in siti web che promettono la consegna dei prodotti dopo il pagamento ma non la effettuano; promettono la restituzione del pagamento versato e non la eseguono.

E’ per casi come questi che l’Antitrust monitora costantemente l’attività del commercio online, e di recente ha provveduto ad attuare la sospensione dell’attività delle società Mobile Store S.r.l. e della società WM S.R.L.S. che operavano rispettivamente attraverso i siti e che si occupavano della vendita di prodotti informatici.

 Il meccanismo d’acquisto messo in atto dalle due aziende consisteva nel pagamento immediato, ovvero prima della consegna, dell’importo richiesto nonostante si verificassero episodi in cui il prodotto non risultava disponibile o reperibile dopo molto tempo. Sono state infatti rilevate, a seguito di innumerevoli segnalazioni, elevate percentuali di ordini annullati e per i quali non è stato disposto nessun rimborso per i consumatori. Le sospensioni sono state adottate in seguito al parere dell’Autorità che ha dichiarato che le pratiche in questione “risultano essere lesive degli interessi dei consumatori”.